EcoGusto – Happy hour: è tempo di aperitivo

Queste lunghe giornate caldissime necessitano di una tregua quando il sole si fa più basso. Non appena usciti da lavoro o dalla sala studio, spesso, quello di cui abbiamo più voglia è qualcosa di fresco da bere. Desideriamo rilassarci facendo due chiacchiere mentre le temperature finalmente scendono di qualche grado. È decisamente tempo di aperitivo.

Ed ecco che, mentre le giornate si allungavano e il caldo afoso cominciava a farsi sentire, mi è venuta voglia di provare nuovi locali e sondare il terreno: “Avete qualcosa di vegano?

Per adesso non ho trovato soluzione.

Ma se ci accontentiamo di essere vegetariani ecco che emergono alcune interessanti soluzioni.

Non sono ancora riuscita a provare tutti i locali di Pisa ovviamente, ma eccone tre che non potete perdervi:

SUD

Inutile perdermi in descrizioni di questo locale, non credo che ci possa essere una sola persona a Pisa che non lo conosca. Sito in via delle Case Dipinte 21/23, è il locale ideale per assaggiare i tipici sapori del Sud Italia, con prodotti semplici, artigianali e della tradizione. Se andate verso le 19:00, all’apertura, potrete godervi un calice di vino oppure una birra in completo relax gustandovi un piccolo aperitivo. Ma se volete cenare non andate troppo tardi, il locale dopo una certa ora sarà affollatissimo. Nel menù potrete trovare sia piatti vegetariani che vegani tra cui scegliere, tutti ottimi. Se invece vi piace l’idea di assaggiare cose diverse, il tagliere vegetariano saprà deliziare ogni vostra papilla. Formaggi, crostini, salsine e verdure spaziali, con 10€ avrete fatto un viaggio nell’accogliente terra del Sud.

aperitivo
Tagliere vegetariano e vino rosso della casa

Viavai Cafè

aperitivo
Torre vegetariana

All’angolo tra via Rigattieri e piazza Cairoli, il Viavai Cafè è un Cocktail and Wine Bar dall’aspetto moderno e ricercato. Presenta un ampio spazio all’esterno dove potersi sedere e sorseggiare il proprio aperitivo mentre cala la sera. Il menù prevede una lunga lista di cocktails sorprendenti e una carta dei vini che valorizza i prodotti del territorio. Al drink potrete abbinare un insieme di finger food presentati sulla loro “torre”, che è un’esperienza sensoriale che non potrete perdervi. Al contrario della maggior parte degli aperitivi dove i carboidrati fanno da padroni, la loro offerta è delicata e sorprendente!

La bevuta non comprende la “torre”, per cui dovrete specificare di voler mangiare qualcosa. Potrete scegliere tra la torre tradizionale, quella vegetariana oppure quella senza glutine… e l’esperienza vale davvero la pena!

Chicchessia

Con questo locale dobbiamo andare oltrarno, in Piazza Chiara Gambacorti, 41, meglio conosciuta come piazza della Pera. La piazza è piena di locali tra cui scegliere ed io vi sono capitata per caso fidandomi del consiglio di un’amica. L’ambiente giovane e accogliente e il graziosissimo giardino interno hanno reso la serata davvero piacevole. Anche qui si poteva scegliere oltre al classico aperitivo, anche una versione vegetariana e una senza glutine. In realtà io avevo azzardato la proposta di portarmi qualcosa di vegano e credo pure che ci si siano avvicinati molto! Forse nei taralli ci potevano essere dei derivati animali, ma per il resto impeccabile! Il cibo non è abbondante ma se non siete troppo affamati, insieme ad un buon drink riuscirete ad avere un’ottima serata a soli 7€!

aperitivo
Tagliere vegetariano/vegano

La mia lista dei locali da provare a Pisa è ancora molto lunga e continuerò a chiedere in giro per un aperitivo vegano, chissà che qualche locale ad un certo punto non riesca ad offrire un’alternativa valida.

Nel frattempo, mi preoccupo che gli altri due ingredienti per una serata rilassante siano di prima qualità: ossia un buon drink ed un’ottima compagnia.

Buona serata!


Autore: Giulia Lauria

Dottoranda in scienze agrarie, incorreggibile buddista, lettrice in erba, aspirante acrobata. Da grande sogna di piantare semi di cambiamento. Le sta a cuore l’ambiente e la sostenibilità. La sua alimentazione è plant-based e si impegna a condurre una vita più possibile zero-waste. Crede nel potere del dialogo e della comunicazione e nel potenziale dell’essere umano. È certa che accrescere la propria consapevolezza sia il primo passo per cambiare il mondo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.