Il feticismo del piede: Rad(Y)osex

Rad(Y)osex è ufficialmente tornata e siamo già al secondo articolo della rubrica del sesso più amata di Radioeco! Dopo aver parlato di sesso orale, questa settimana entriamo nel mondo dei feticismi e più precisamente del più famoso e comune: il feticismo del piede.

Il feticismo nella sua etimologia si lega ad un culto, ad una religiosità primitiva e quasi fanatica, ma quando il termine entra in contatto con il sesso, assume il significato di ammirazione, o meglio ossessione, verso qualcuno o qualcosa.

Spesso, erroneamente, si è portati a pensare che esista un solo ed unico feticismo, quello più comune: il feticismo del piede. In realtà il feticismo del piede, o podofilia, che consiste nel provare attrazione sessuale per i piedi, è solo uno dei tanti feticci esistenti e, a sua volta, si lega a mille altre pratiche e ossessioni.

Il feticismo dei collant

Esistono appunto moltissime variazioni sul tema: mai sentito parlare del feticismo per i piedi dentro calze o collant? O di quello per le scarpe? O ancora del feticismo del solletico al piede? Quest’ultimo e anche il feticismo del farsi camminare sul corpo, o del camminare sul corpo di qualcuno, si legano a loro volte a pratiche di dominazione e sottomissione, come molti altri feticismi. Il baciare i piedi al proprio signore o ancor più l’evangelica lavanda dei piedi, sono tutte praticamente storicamente note di sottomissione e umiltà, ma nel sesso, piedi e sottomissione, non sempre vanno di pari passo.

L’ossessione per i piedi può essere nutrita allo stesso modo verso piedi ben curati, tanto che esiste anche il comunissimo feticismo dei piedi smaltati, che per piedi con odori forti, sporchi e anche feriti. Spesso i piedi delle ballerine classiche, sottoposti a lunghe sessioni di allenamento all’interno delle punte, incarnano perfettamente questo ideale di piede e la vendita delle loro scarpette è un vero e proprio business, spesso involontario, nel mondo del feticismo; io stessa ho visto sparire intere ceste di scarpette, in vendita per associazioni benefiche, nello shop di un importante teatro dell’opera. Tutti filantropi o tutti feticisti?

L’ossessione per il piede delle ballerine

Le scarpe da ballo in ogni caso non solo l’unico gadget per feticisti vendibile, basta fare una ricerca on line per rendersene conto: calzetti sporchi, sneakers usurate, collant impregnate del sudore di una giornata di lavoro. Adesso sapete che fare con le vecchie scarpe troppo rovinate per poter essere date in beneficenza. Rad(Y)osex per l’economia!

Esiste poi allo stesso modo sia l’ossessioni per piedi grandi, basti a pensare ai celeberrimi piedi di Uma Thurman tanto amati da Quentin Tarantino e presenti nelle sue migliori scene, che quella per i piedi piccoli, su cui tanto avrebbe da dire un certo personaggio delle favole. Sigmund Freud, per scomodare il padre dell’inconscio, considerava la pratica (di tortura) del loto d’oro, a cui per oltre mille anni le bambine cinesi venivano sottoposte al fine di mantenere eternamente piccolo i loro piedi, una derivazione estrema e su scala nazionale della podofilia.

Il feticismo del piede

Ma cosa si può fare con i piedi? Di base quello che vi va, dunque anche nulla, ma cosa amano i feticisti? Leccare, baciare, annusare, solleticare, camminare e calpestare; i più snodati possono anche mangiare e nutrire direttamente con i piedi, o anche magiare i residui di cibo tra le dita. Proverete? Vi è mai capitato?

Nelle storie nella pagina instagram di Radioeco abbiamo già fatto queste domande e chiesto se qualcuno è mai stato con un feticista (vero) o con un banale amante del piede. Solo il 12% di coloro che hanno risoosto hanno avuto esperienze con feticisti, ma molti hanno confessato di avere ossesioni diverse, come quella per le ascelle o per le mani; qualcuno invece ha detto di essere attratto da fluidi ed escrezioni o da particolari indumenti, come parigine specificatamente a righe o perfino pigiami con orsetti. Per altri sondaggi, curiosità e articoli seguiteci su tutti i canali social e sul nostro sito.

Questo Bignami sul mondo del feticismo del piede per Radysosex si conclude qui con il mio solito consiglio musicale a tema. Ovviamente il mio suggerimento non può che essere Nancy Sinatra con l’indimenticabile This boots are made for walking, ma direi che questi stivali-piedi sono fatti anche per ballare e per fare quello che vi va, dunque… fatelo!

Autore: Alice Andrea Rappelli

Speaker, blogger, archeologa e sognatrice con la valigia in mano. Pensa che la vita sia un musical e ha sempre una colonna sonora mentale per i momenti epici della giornata. In Radioeco dal 2019.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *