La Cravatta al Maiale di radioeco.it, 2×04, MORDI e Fuggi

Il Coronavirus ha scombussolato le nostre estistenze e noi della Cravatta al Maiale sappiamo che pesci prendere! Sicuramente non prendiamo pesce cinese (e neppure maiale cinese), meglio stare alla larga, non si può mai sapere! Anche se Chin Chan viene da Prato e dice: “Sono di Praho, voglio essere rispettaho!“, noi non ci fidiamo e non gli stringiamo la mano!
Abbiamo avuto il grande onore di intervistare l’illustre virologo Federico Buffa, che ci ha spiegato nei minimi dettagli il perchè del virus e le ripercussioni sul nostro Pianeta.
Nella seconda parte della puntata, dal morso che causa il Coronavirus ci siamo spostati ad analizzare i canti popolari legati al mondo del lavoro. Ce ne ha parlato l’esperto storico e suonatore di tamburello Ahmed Daoud, che dedica la sua vita alle ricerche nel campo della musica popolare, soprattutto della tammurriata campana.
Il suo è stato un prezioso contributo che ci ha portato a far venire alla luce numerosi casi di cronaca, spesso ignorati, ma cantati da gruppi di musica popolare. Stiamo parlando del gruppo operaio “E’ Zezi” e de “Le Sette Bocche“, che portano avanti da anni le loro battaglie per i diritti dei lavoratori, spesso calpestati e del tutto ignorati.

https://www.youtube.com/watch?v=O-YiUEG1bco
Ecco uno dei brani più suggestivi de “Le sette bocche”!

Seguite La Cravatta al Maiale sui nostri social e ne vedrete delle belle (si spera!)!

Recuperate le puntate precedenti su https://radio-eco.it/index.php/programmi-e-podcast/!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *