L’indie elettronico di Pick a Piper (Caribou) al Caracol, Pisa

Brad Weber, batterista per Caribou, presenta il suo progetto di elettronica “Pick a Piper” a Pisa

Domenica 8 dicembre è stata una data imperdibile per i pisani appassionati di elettronica alternativa, grazie alla travolgente esibizione dei Pick a Piper. Il trio ha suonato sul palco del Caracol, locale pisano in grado di proporre una raffinata offerta musicale.  

Pick a Piper è il progetto ideato e prodotto da Brad Weber (Toronto, Canada), che è anche batterista per Caribou, notissimo maestro dell’elettronica indie pop (che avremo occasione di vedere quest’estate in Italia).

I Pick a Piper tornano nel nostro paese dopo due anni, con un tour che tocca anche Milano, Jesi e Pordenone prima di spostarsi nel resto dell’Europa, portando con loro i ritmici brani del nuovo album.

Pick a Piper

All’ingresso nel locale sembra di essere finiti nello scantinato di qualche nerd di synth e tastiere: ogni centimetro del palco è occupato da percussioni, tastiere e sintetizzatori, in un caos fluorescente di cavi e pulsanti. Viene quasi da chiedersi come riusciranno a trovare posto gli artisti sul palco: vi si inseriscono invece con naturalezza, come i pezzi del puzzle mancanti e in grado di dare forma allo psichedelico guazzabuglio.

La loro musica è infatti ordine nel caos, è melodie pop e riconoscibili in un mix perfettamente orchestrato di deliri pulsanti, poliritmi africani e fantasticherie elettroniche

Pick a Piper 2

Il trio non parla molto, ci tiene giusto a presentarsi: è chiaro che sono lì per farci ballare, e ci riescono benissimo. Percussioni, tastiere e synthesizer creano atmosfere ritmiche, adornate da eterei sample di cori femminili, e pochi, ma incisivi, ritornelli cantati. I tre canadesi sono in grado di coinvolgere totalmente il pubblico, che non riesce a stare fermo, proprio come incantato da un pifferaio (piper) magico. Fra pezzi sperimentali alla Animal Collective e ritmi forsennati che richiamano l’afrobeat, sono in grado di regalare un’euforica serata a tutti gli spettatori. Altamente consigliato l’ascolto a tutti quelli che se li sono persi!

Autrice Alessandra Pafumi

Studentessa di biologia marina nata nel 1997, tutti i suoi pensieri li darebbe in pasto ai pesci, se solo la volessero con loro, nelle profondità. Tenta di fare la blogger e la speaker per Radioeco dal 2019.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *