Toru e il suo singolo SOLI in giro per l’Italia

Inizia dal Cafè Albatross di Pisa il tour di Toru, il giovane che insieme alla sua band porterà in giro per l’Italia SOLI, l’inedito uscito qualche giorno fa. Musica elettronica, sonorità moderne e forza comunicativa della parola sono al centro dell’esperimento musicale della band.

Toru è il nome d’arte del toscano Elia Vitarelli che, dopo la sua iniziale esperienza con la band Fiori di Hiroshima con cui ha anche pubblicato un album nel 2017 e dopo aver condiviso il palco con artisti del calibro di Calcutta, decide di dedicarsi a un nuovo progetto che nasce dalla necessità di esprimersi confrontandosi con la propria interiorità.

E’ grazie all’uso del computer che si avvicina a una dimensione elettronica che gli permette di trovare il giusto equilibrio tra arrangiamenti caratterizzati da sonorità moderne e uno stile che invece punta molto sulla forza comunicativa della parola. Durante il periodo trascorso tra le campagne toscane completa la stesura del suo disco d’esordio, i cui temi principali sono la malinconia e il senso di vuoto dell’individuo. E’ un album co-prodotto e registrato nello Studio del Bianconiglio di Peccioli. In questa nuova avventura il giovane pisano non è solo, insieme a due ragazzi Giulio e Giovanni e ad una ragazza Emma, andrà in giro per l’italia a far sentire i suoi pezzi e soprattutto il suo nuovo inedito SOLI uscito il 27 settembre 2019 e considerato dal giornale musicale rockit.it tra le migliori canzoni uscite nella settimana.

Il Tour di Toru è iniziato dalla città della Torre Pendente, è stato il Cafè Albatross ad ospitare il giovane artista e la sua band venerdì 11 ottobre. Un concerto breve ma intenso, seguito e apprezzato da molti giovani e non solo, che con il loro battito di mani erano uno strumento aggiunto ai tanti strumenti che la Band e il giovane suonavano. Ogni cosa era un potenziale strumento che si aggiungeva alle chitarre, alla batteria, alla mini tastiera, al sintetizzatore e alla diamonica. Un concerto intenso che Toru ha saputo equilibrare interagendo con il pubblico e cercando di presentare ogni canzone, da quella dedicata all’amico che vive a Milano a quelle un po’ più intime, in cui sottolinea l’importanza di commettere errori, perché è dagli errori che s’impara, anche se spesso a proprie spese. Un’altra riflessione, sugli uomini e su come essi, soprattutto nella vita di coppia, tendano a pianificare le cose, non accorgendosi che i momenti più belli sono quelli che non si pianificano, precede Rebus una delle canzoni più belle della serata. Uno dei momenti più coinvolgenti è stato quando per la durata di una canzone la voce principale è diventata quella di Emma Vitarelli, che ha cantato Splendido Splendente di Donatella Rettore. In quel momento il pubblico, già molto caloroso ha iniziato a muoversi a tempo ed accompagnare con le mani. Un concerto che ha coinvolto tutte le persone presenti, che hanno apprezzato anche il nuovo singolo SOLI, uscito il 27 Settembre per Pulp Disch e promosso da siddARTa press . Un concerto che per qualche minuto ci ha portati in un’altra dimensione, quella di una spiaggia di fine estate, dove un gruppo di amici intonano le note di canzoni malinconiche. Proprio così, Toru è sceso dal palco, è andato tra la gente e si è seduto al centro della stanza con la gente intorno e su note malinconiche ha cantato (Anche se fa un po’ paura andarsene da qui, è sempre meno spaventoso che vivere così.) La serata si è conclusa sulle note della versione inedita di Buonanotte Fiorellino di De Gregori. Questo è stato l’Inizio di un nuovo progetto, quello di Emma, Giulio, Giovanni e Toru, quattro ragazzi che vi aspettano in giro per l’Italia insieme alla loro musica.

Francesca Franzè

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *